Scoprire la cucina greca sull’isola di Rodi

L’isola di Rodi è la meta perfetta per tutti gli amanti della buona cucina che vogliano scoprire i piatti locali, mix di tradizione e nuove tendenze gastronomiche

Il segreto è l’utilizzo di ingredienti semplici e naturali come vuole la tradizione: grano di bulgur, vari tipi di pasta e vegetali, tra cui verdure selvatiche, foglie di viti, zucche rosse, cipolle, capperi e fagioli verdi, ma anche olio di oliva, arachidi, miele ed erbe. Grazie alla presenza di un terreno fertile che facilita le coltivazioni, ingredienti di spicco sono anche il grano e le olive.

rodi-cucina-zucchine-fritte

Rodi non bisogna perdere i deliziosi aperitivi locali: la Pitaroudia (polpette fritte di ceci con menta tritata, cipolle e pomodori) e le polpette di zucchine e foglie di ciclamino con lenticchie. Meritano un assaggio anche lo stufato di erbe selvatiche (vlita), la zucca al forno (kolokoudi), la carne di capra condita con lopia (fagioli secchi o ceci) e l’Amarangoi, servito con skordalia una purea a base di aglio schiacciato, patate e pane.

Piatti tipici Rodi Grecia

Formaggi e dolci tipici di Rodi

L’isola di Rodi produce anche una larga varietà di formaggi freschi e stagionati, in particolare nei paesi di montagna. E i suoi dolci sono molto conosciuti: il tradizionale melekouni , dolce soffice al miele insaporito con bucce d’arancia, cannella e un pizzico di noce moscata che viene servito durante eventi importanti come matrimoni, battesimi e compleanni, il mantinades dolce fritto imbevuto di miele, acqua di rose e sparso con mandorle tritate, il moschopougkia ripieno di noci, pane secco e spezie, il tachinopita dolce arrotolato ripieno da una crema al sesamo, zucchero, cannella e chiodi di garofano e infine il kaisi, dolce al cucchiaio realizzato con albicocche.

I vini di Rodi - Grecia

I vini di Rodi

I deliziosi piatti sono accompagnati dal vino delle cantine dell’isola, famose per aver mantenuto vive le antiche tradizioni, sviluppato le locali varietà di uve e implementato lo sviluppo di alcune varietà estere. I vigneti hanno la fortuna di poter godere del caldo sole greco, della pioggia frequente e della fresca brezza marina che inebria l’isola da maggio a settembre. Assaggiate il moscato bianco, l’Athiri, il Mandilaria,il Moscato Trani e l’Asyrtiko.

Infine da non perdere il Souma, prodotto nel villaggio di Embonas alla fine di Settembre: l’uva privata del gambo viene pressata per l’estrazione del succo, bollito in grandi calderoni e conservato in botti.

Secondo un’articolo pubblicato sul sito visitgreece.gr