Le spiagge di Santorini

Santorini, mare-con-barca-a-vela

L’isola di Santorini è amata per le sue atmosfere romantiche e il divertimento assicurato, ma le sue spiagge di origine vulcanica sono davvero spettacolari

Non aspettatevi spiagge caraibiche di sabbia bianca e mare turchese: l’origine vulcanica di Santorini ha lasciato il segno: le spiagge hanno sabbia scura, il mare è di un blu straordinariamente intenso e la costa in molti punti è caratterizzata da imponenti scogliere. Nella parte orientale l’isola è coperta di bassi vigneti e degrada dolcemente fino al mare, verso le spiagge di sabbia nera di Kamari e Perissa. Questi ultimi sono i maggiori centri balneari dell’isola, dotati di innumerevoli ristoranti, taverne, discoteche ed alberghi. Ma tutta la costa è costellata di baie e spiagge che stupiscono per la loro bellezza e particolarità.

Santorini, spiaggia rossa

Red beach, la spiaggia rossa: questa è forse la spiaggia più famosa di Santorini nonché una meta imperdibile di ogni vacanza sull’isola. A circa 20 minuti a nuoto (o in barca per i meno arditi!) potete raggiungere la “sorella minore” la spiaggia bianca sicuramente più appartata. Anche Vlychada è una spiaggia molto affascinante per la sua conformazione e vi trovate anche una piccola taverna che fa servizio di noleggio sdraio e ombrelloni.

Le spiagge di Perissa e Kamari: comodità al primo posto

santorini-spiaggia-perissa

La spiaggia di Perissa è una delle spiagge più conosciute e frequentate di Santorini, si trova sulla costa orientale ed offre una lunga distesa di sabbia nera con caratteristici ombrelloni di paglia: ben attrezzata e festaiola attrae molti giovani, ma anche vacanzieri che hanno voglia di comodità. La distesa di sabbia continua fino alla più riservata spiaggia di Perivolos, che con le sue acque pulite è perfetta per chi ama nuotare.

Santorini, spiaggia
La spiaggia di Kamari (foto sopra) è una delle più popolari di Santorini: facile da raggiungere, ben attrezzata ma anche Bandiera Blu per la pulizia del mare. Pochi km a nord di Kamari si trova la spiaggia di Monolithos molto frequentata da famiglie con bambini che possono giocare sull’ampia distesa di sabbia e nuotare in un mare che scende molto lentamente.

Baia di Ammoudi, il porto ai piedi di Oia

La Baia di Ammoudi è un vero e proprio spettacolo naturale: si trova sulla costa occidentale di Santorini che è totalmente occupata dalla caldera, con rocce a picco sul mare, senza spiagge e la baia di Ammoudi rappresenta l’unica eccezione. Ammoudi è in effetti il pittoresco porticciolo di Oia e si raggiunge scendendo una ripida scalinata di 300 gradini. I nuotatori più arditi sono soliti tuffarsi dalle rocce, ma per tutti gli altri una nuotata nelle bellissime acque cristalline è quanto di più rilassante si possa cercare prima di sedersi ai tavoli di uno dei tanti ristorantini di pesce che costeggiano il porto. Dal porto partono escursioni in barca verso la vicina isola di Thirassia.
Santorini, vista dal mare di Oia e Ammoudi bay

Gli isolotti vulcanici di Palea e Nea Kameni

Ultimo ma non ultimo, potete fare una gita in barca fino agli isolotti di origine vulcanica: Palea Kameni e Nea Kameni, cioè la vecchia e nuova isola bruciata. E’ un’escursione straordinaria ma abbastanza impegnativa, da fare rigorosamente con una guida, buone scarpe, acqua e cappello per ripararsi dal sole intenso: niente ombra su queste due isole.
Santorini, isola di Kameni