Il Monte Athos e i suoi monasteri

monte-athos-monastero-vasilie

Il Monte Athos o repubblica monastica del Monte Athos è un territorio autonomo della Grecia dotato di uno statuto speciale di autogoverno (art. 105 della Costituzione greca). Confina per una sottile striscia di terra con la Macedonia Centrale. L’amministrazione del territorio è affidata a un collegio, la Sacra comunità che riunisce i rappresentanti dei 20 monasteri atoniti. Essendo parte di uno Stato membro dell’Unione europea, Monte Athos ne è esso stesso parte ed è soggetto, quasi interamente, alla legislazione comunitaria. Tuttavia l’ingresso è sottoposto a una particolare giurisdizione restrittiva: per entrarvi è necessario uno speciale permesso di soggiorno, il Dhiamonitirion, che permette di visitare Monte Athos per 4 giorni. Si può comunque richiedere in loco un rinnovo per altri 2-3 giorni. Inoltre, è vietato l’ingresso alle donne.

Per chi ha la fortuna di potervi fare visita questo è un territorio estremamente affascinante. Ecco qualche informazioni sui monasteri che lo compongono.

Monastero della Grande Lavra o Grande Laura di sant’Atanasio

Questo è il più grande e il più antico dei venti monasteri ortodossi della Repubblica del Monte Athos e occupa il primo posto nella gerarchia dei cenobitica della Montagna Santa. Posto all’estremo sud della penisola, è dedicato a Sant’Atanasio l’Atonita, che ne fu il fondatore nel 963 grazie all’aiuto dell’imperatore bizantino Niceforo II e che perì tragicamente mentre stava edificando la chiesa del convento.

Monastero di Vatopedi

 Occupa il secondo posto nella gerarchia dei monasteri del Monte Athos. Si trova nella parte nord della penisola ed è stato fondato nel 972. Da allora ha ospitato comunità di monaci ortodossi dell’Armenia chiamati dzaith. Il monastero era proprietario fino al 1925 dell’isola di Ammouliani. Le principali skita soggette a questo monastero sono quella di sant’Andrea a Karyes e quella di san Dimitri presso lo stesso monastero. La biblioteca del monastero possiede 2.000 manoscritti e 35.000 volumi stampati. Tra i manoscritti si annoverano il Codex 063 e il Codex 0102 scritti in onciale.

Monastero di Iviron

Il monastero di Iviron o Iveronsi trova a nord-est della penisola. Iviron significa il monastero “degli Iberi”, un antico termine per indicare i georgiani, ovvero gli abitanti dell’Iberia caucasica. Il monastero a statuto idiorritmico occupa il terzo posto nella gerarchia monastica e da esso dipende la skita di San Giovanni Battista Pròdromos omonima di quella che dipende dalla Grande Laura. È dedicato alla Dormizione di Maria, festa votiva ricorrente il 15 agosto.

Monastero di Hilandar

Hilandar è un monastero ortodosso serbo fondato nel 1198 dal principe serbo Stefan Nemanja e da suo figlio, il monaco Rastko Nemanjić a seguito della cessione da parte dell’imperatore Alessio III Angelo delle rovine di un insediamento monastico preesistente e che pare risalire all’undicesimo secolo.

Monastero di Dionysiou

Il monastero di Dionysiou (in greco Monastero di Denys) Oocupa il quinto rango nella classe gerarchica dei monasteri del Santo Monte e si trova a sud-ovest della penisola è formato da una comunità monastica di tipo cenobitico dal 1907. È dedicato alla natività di San Giovanni Battista, festeggiata il 24 giugno.

Monastero di Koutloumousiou

Questo monastero occupa il 6° posto nella gerarchia dei monasteri atoniti. Situato al centro della penisola, nei pressi del capoluogo Karyes, è dedicato alla Trasfigurazione di nostro Signore, che si festeggia il 6 agosto, (19 agosto). Attualmente conta una ventina di monaci che seguono la regola cenobita. Da questo convento dipende anche la skita di San Panteleimon.

Monastero di Pantokratoros

E’ un piccolo monastero nel centro della penisola. Fondato nel 1363, dai fratelli Alessandro e Giovanni con l’aiuto dell’imperatore Giovanni V Paleologo, deve il suo nome al mausoleo fatto costruire da Giovanni II Comneno a Costantinopoli. Occupa il 7° rango nella gerarchia dei monasteri della Santa Montagna ed è dedicato alla Trasfigurazione di Gesù, festeggiata il 6 agosto.

Monastero di Xeropotamou

Posto a sud-ovest della penisola, duecento metri al di sopra del porto di Dafni, occupa l’8° posto nella gerarchia. È dedicato ai Quaranta martiri di Sebaste, che si festeggia il 9 marzo (22 marzo). È uno dei monasteri più antichi della Santa Montagna, tanto che secondo alcune tradizioni sarebbe stato fondato dalla regina Pulcheria nel V secolo. Vi sono custodite molte reliquie tra le più famose uno dei frammenti più grandi della Vera Croce, quella su cui fu crocifisso Gesù Cristo.

Monastero di Zografou

Appartenente alla Chiesa ortodossa bulgara, il monastero si trova nella parte nord penisola, occupa il 9° rango nella gerarchia dei monasteri della Santa Montagna ed è dedicato a San Giorgio, patrono della Bulgaria festeggiato il 23 aprile (6 maggio). Pare sia stato fondato alla fine del IX secolo da tre monaci bulgari provenienti da Ocrida ed è da sempre il monastero dei monaci della Bulgaria. Il nome proviene da San Giorgio che i monaci chiamano Zogrifos. Il monastero possedeva molte metochion (proprietà legate al monastero) in Romania, Bulgaria, Russia, Grecia e Turchia.

Monastero di Dochiariou

Situato nella parte ovest della penisola, questo monastero occupa il 10° rango nella gerarchia ed è retto a regola idiorritmica. È dedicato agli arcangeli Michele e Gabriele, festa votiva l’8 novembre (21 novembre nel calendario gregoriano). Fu fondato nel X secolo da sant’Eutimio di Costantinopoli discepolo di sant’Atanasio.

Monastero di Karakalou

Undicesimo nella gerarchia, il monastero di Karakalou si trova a sud-est della penisola. È dedicato ai santi apostoli Pietro e Paolo, festeggiati il 29 giugno (12 luglio). Il monastero venne costruito alla fine del X da un monaco chiamato Nicola Karakalas, da cui prende il nome e dal 1813 è retto a regola cenobitica.

Altri monasteri

Nei gradi inferiori della gerarchia si trovano altri monasteri non meno belli e imponenti:

  • Monastero di Philotheou
  • Monastero di Agiou Pavlou
  • Monastero di Simonopetra
  • Monastero di Stavronikita
  • Monastero di Xenophontos
  • Monastero di Osiou Grigoriou
  • Monastero di Esphigmenou
  • Monastero di San Panteleimon
  • Monastero di Konstamonitou