I siti Unesco in Grecia: patrimoni dell’umanità

Mykonos, sito archeologico di Delo

Dal 1972 l’Unesco compila una lista dei siti Patrimonio Mondiale dell’Umanità (World Heritage List). Questi sono luoghi o monumenti che rappresentano delle particolarità di eccezionale importanza da un punto di vista culturale o naturale. Il Comitato della Convenzione, chiamato Comitato per il patrimonio dell’Umanità, ha sviluppato dei criteri precisi per l’inclusione dei siti nella lista. Secondo l’ultimo aggiornamento effettuato nel luglio 2017, la lista è composta da un totale di 1073 siti (di cui 832 beni culturali, 206 naturali e 35 misti) di questi 18 si trovano in Grecia. Questi luoghi valgono certamente una visita durante il vostro viaggio.

Tempio di Apollo Epicuro a Bassae – Peloponneso (1986)

Il tempio di Apollo Epikourios fu costruito fra il 450 e il 425 a.C. dallo stesso architetto che ha progettato il Partenone. Realizzato in pietra calcare grigia con decorazioni in marmo, combina elementi dorici, ionici e corinzi. Il fregio era sostenuto da semicolonne ioniche con lastre di marmo decorate con le battaglie tra Greci e Amazzoni e le battaglie tra Lapiti e Centauri.

Acropoli di Atene – Attica (1987)

L’Acropoli di Atene, dedicata alla dea Atena, è il monumento più importante dell’intera Grecia e simbolo indiscusso della grandezza dell’antica civiltà greca. Il complesso architettonico domina Atene dall’alto di una collina considerata sacra e comprende il Partenone, l’Eretteo e il Tempio di Atena Nike, i Propilei. La sommità pianeggiante della roccia sacra ospitava edifici pubblici. Nel 2009 è stato aperto al pubblico il nuovo Museo dell’Acropoli dove sono custodite alcune sculture proveniente dal sito archeologico.

Sito archeologico di Delfi – Grecia centrale (1987)

Questo importantissimo sito si sviluppa alle pendici del monte Parnaso, nella Grecia centrale. Nell’antichità era il centro del mondo greco, la sede del più importante e venerato oracolo del dio Apollo. Fanno parte del sito archeologico il tempio di Apollo Delfico, il teatro e lo stadio dei giochi pitici. Il Tempio di Apollo fu eretto nel IV secolo a.C. Le rovine visibili del Teatro risalgono al periodo imperiale romano mentre lo Stadio fu eretto nel V secolo a. C. e ristrutturato nel periodo romano quando sono stati aggiunti i sedili e l’ingresso monumentale.

Sito archeologico di Epidauro – Peloponneso (1988)

Il sito archeologico di Epidauro si trova 30 km a est di Náfplio, nel Peloponneso. Nell’antichità, Epidauro godeva di grande fama e considerazione in tutto il mondo greco e romano quale luogo di cura. La gente arrivava da molto lontano per presentarsi al Santuario di Asclepio, dio della medicina, e farsi guarire, tanto che ancora oggi alcune indicazioni fanno riferimento a Epidauro come al Santuario di Asclepio. Il sito conserva alcune delle più belle testimonianze del passato: il santuario di Asclepio e il teatro ancora oggi utilizzato per accogliere manifestazioni teatrali e spettacoli musicali.

Città medievale di Rodi (1988)

Le Meteore – Tessaglia (1988)

Monte Athos – Penisola Calcidica (1988)

Monumenti paleocristiani e bizantini di Salonicco – Macedonia (1988)

Sito archeologico di Olimpia – Peloponneso (1989)

Sito archeologico di Mystras – Peloponneso (1989)

Isola di Delo – Mykonos (1990)

A circa 30 minuti di navigazione da Mykonos si trova la piccola Isola di Delo che ospita uno dei più bei siti archeologici del mondo. Al suo interno potete visitare l’antico teatro, la colossale statua di Apollo, il keraton, altare in onore di Apollo, una delle sette meraviglie del mondo antico.

Monasteri di Daphni, Ossios Loukas e Nea Moni – Atene (1990)

Il Pythagoreion e l’Heraion – Samos (1992)

Sito archeologico di Vergina – Macedonia centrale (1996)

Sito archeologico di Micene e Tirinto – Atene (1999)

Centro storico di Chorá con il Monastero di San Giovanni “il teologo” e la Caverna dell’Apocalisse – Patmos (1999)

Antica città di Corfù (2007)

Il centro storico della città di Kerkira, nome greco dell’isola di Corfù, è davvero una delle meraviglie mondiali: antichi palazzi, chiesette, piccoli negozi, ma anche 3 forti veneziani e le tante costruzioni che testimoniano l’armonioso intrecciarsi dei diversi periodi storici e artistici.