Paros, il porto a Naoussa

Paros, le Cicladi più tranquille

Piccolo gioiello delle isole Cicladi, Paros è il paradiso del wind-surf ma offre anche angoli nascosti e spiagge sterminate

Paros, vista di Naoussa

Paros è la più tranquilla delle isole Cicladi. E’ un’isola caratterizzata da dolci montagne da cui viene estratto il famoso marmo bianco, considerato tra i più belli del mondo e che la rese assai conosciuta già nell’antichità. L’isola, collocata al centro dell’arcipelago cicladico, servita da un porto collegato con tutte le isole può essere considerata il trampolino ideale per l’Egeo. Dista da Atene 4,5 ore con il traghetto, 3 ore con navi più moderne e veloci, mentre in aereo dall’aeroporto di Atene occorrono solo 35 minuti.

Paros è un’isola variegata nei paesaggi, segnata dall’andamento di verdi colline, punteggiata da appartati villaggi rurali, esaltata da spiagge spettacolari. Mare cristallino e superbi uliveti, sabbia e cipressi. Tutto ciò rende Paros un’isola in cui si possono trovare angoli nascosti e spiagge sterminate. L’isola è il paradiso del wind-surf, ovviamente il capoluogo Parikia è pieno di negozi dedicati alla moda da spiaggia.

Paros, una stradina di Parakia

Le città e le escursioni sull’isola di Paros

Paros o Parikia, porto principale e capoluogo dell’isola: con le sue case bianche, le tante chiese e i suoi pittoreschi vicoli è fra le località più suggestive dell’isola. nei suoi dintorni si trovano bellissime spiagge può quindi essere un ottimo punto di riferimento dove cercare un alloggio. Da visitare:

  • Panaghia Katopoliani (chiesa della Madonna delle Cento Porte): si può visitare nei pressi del porto di Parikia uno dei monumenti più suggestivi della Grecia, la più grande basilica di epoca paleocristiana delle Cicladi. Costruita tra il IV e il VI secolo, è un bellissimo complesso circondato da un muro di pietra che vale certamente una visita.
  • Museo Archeologico: include collezioni di sculture di epoca arcaica e classica, reperti risalenti al Neolitico, al Protocicladico, al Minoico, di epoca romana, ecc., sculture, elementi architettonici di edifici, urne, pavimento in mosaico di epoca romana.
  • Antica necropoli: si tratta della necropoli principale dell’antica città, con un’estensione molto grande ed utilizzata dall’VIII sec. a.C. e fino al II sec. d.C.
  • Castello di Parikià: sopra al porto di Parikià, si erge imponente la Collina del Castello, dove si conservano i resti del castello veneziano edificato con colonne ed altri elementi architettonici provenienti dai templi antichi, che si distinguono molto chiaramente.
  • L’Asclepion: sulla collina di Aghia Anna si trovano le rovine del tempio dedicato ad Asclepio, il dio della medicina e i resti dell’antico tempio di Apollo Pizio. Da qui potete godere di una straordinaria vista sul Mare Egeo.
  • Delio: a nord del golfo di Parikià, su di una collina alta di fronte all’isola sacra di Delos, si trova il santuario del dio Apollo Delio. È costituito da un peribolo con altare, un tempio dedicato ad Artemide, sorella di Apollo, ed un luogo dove si organizzano simposi. Nella zona di Delio, è stata individualta una necropoli cicladica (III millennio a.C.).
  • Museo Etnologico ed il Museo della Medicina: nella parte vecchia della città, nell’edificio Dimitrakopoulou, potete visitare questi due musei che raccolgono oggetti della storia locale.
  • Chiese. la cittadina è costellata di numerose chiese nella zona più ampia della città vecchia e intorno al Castello ne potete visitare più di 40, tutte molto affascinanti.

Paros Basilica della Panaghia Katapoliani

Naoussa: situato in una baia della costa settentrionale, il piccolo centro continua a vivere di pesca, come dimostrano i numerosi caicchi all’ormeggio nella sua baia. Il molo è il centro della vita turistica e i vecchi magazzini ove un tempo i pescatori riponevano i loro attrezzi sono stati trasformati in locali notturni e bar dove si possono gustare deliziosi “mezedes” (spuntini) a base di pesce e accompagnati dall’immancabile ouzo. Al di la della banchina si estende una rete di vicoli su cui si affacciano le tipiche case bianche in stile cicladico. Sulla collina Koukounaria sono state rinvenute tracce di un abitato minoico che dimostra l’antichità dell’insediamento mentre in località Plastira è stato portato alla luce un cimitero del periodo protocicladico con le caratteristiche statuine. Sull’isolotto di Ikonomos è stato rinvenuto un abitato fortificato del secolo VIII a.C. In epoca bizantina fu presa dai pirati che ne fecero un loro covo. Nel 1770 vi si insediarono ufficiali russi.

Marpissa: un villaggio della costa occidentale che vale una visita, molte le spiaggie nei suoi dintorni ove ogni estate si radunano i patiti del wind surfing.

Dryos: piccolo villaggio della costa occidentale attrezzato con alcuni alberghi e qualche locale notturno.

Alikì: Appena a sud della locale pista dell’aereoporto e quindi molto frequentata.

Altri centri turistici da vedere sono: Lefkès, nell’interno, Prodromos e Marmara

Appuntamenti e eventi

A Naoussa la 1a domenica di luglio si svolge la festa del vino e del pesce. Il 23 agosto ricorre la notte dei Corsari in cui viene rappresentata la presa di Naousa da parte dei pirati dell’Egeo. Qui hanno sede due ottime scuole di ballo popolare che organizzano spettacoli nel periodo estivo.

 

Cosa fare a Paros

Paros, la costa rocciosa vicino a Naoussa
La natura e le spiagge di Paros
L’isola di Paros è una delle più tranquille dell’arcipelago greco delle Cicladi ed è giustamente famosa per la bellezza della sua costa e le spiagge sterminate. Ma nella costa molto varia si possono trovare anche incantevoli angoli nascosti e sempre ...

Da vedere in Grecia

Santorini, il tramonto ad Oia
Le 5 cose più belle da fare a Santorini
Santorini è certamente una delle isole più affascinanti delle Cicladi e se avete intenzione di vistarla durante le vostre vacanze ci sono almeno 5 cose che non potete perdere. 1. Guardare il tramonto da Oia Se volete vedere il tramonto più bello del ...
Le grotte di Chrysospilia
Nell’isola di Folegandros sul versante nord-orientale, a circa 30 metri sul livello del mare, si trova Chrysospilia, una splendida grotta dal significativo interesse speleologico ed archeologico. Ma ciò che rende le grotte di Chrysospilia un monumento unico del patrimonio culturale ...
Le Cariatidi nell'Acropoli di Atene
L’Acropoli e il Partenone ad Atene
Oltre ad essere il simbolo di Atene e dello splendore dell’antica Grecia, l’Acropoli è un tesoro per l’intera umanità. Voluta nel V secolo a. C. da Pericle, sorge su una collina a circa 150m d’altezza da cui si domina tutta ...
Paxos, il lungomare di Gaios
Le spiagge di Paxos
Paxos è una piccola isola delle Ionie con una caratteristica: tutte le sue splendide spiagge sono composte da ciottoli, se volete fare castelli di sabbia quindi questa non è l’isola che fa per voi, ma tutti gli altri si preparino ...
corfu-aqualand
I parchi divertimento in Grecia
In Grecia spopolano i parchi divertimento, i parchi acquatici e i cosiddetti parchi a tema Le strutture che offrono questo tipo di intrattenimento sono numerosissime, ve ne segnaliamo alcune davvero da non perdere: scivoli e navi dei pirati, piscine e free ...
Tartarughe caretta caretta
Il parco marino di Zante in Grecia
Il Parco nazionale marino di Zante, attivo dal 1999, ospita uno dei maggiori siti di nidificazione nel Mediterraneo della tartaruga marina Caretta caretta, oltre ad una colonia di foche monache tipiche del Mediterraneo. Incontrarle sarà un’esperienza da sogno.