Nella laguna di Balos, Chania, Creta

Chania, la parte ovest di Creta

La regione di Creta nota per i parchi naturali, le grandi montagne e le spiagge più imprevedibili

La regione di Chania si estende nel lato ovest dell’isola di Creta. E’ dominata dalle impressionanti Montagne Bianche (in Greco: Lefká Óri) e dal famoso Parco Nazionale , che occupa la maggior parte della regione. Questa è la regione del romanticismo e dei paesaggi mozzafiato! Alcuni dei posti più belli dell’isola si trovano qui: le bellissime spiagge di Elafonissi e Falasarna (e tantissime altre), l’incredibile spettacolo della laguna di Balos e delle isole di Gramvousa, l’esotico fascino di Gavdos e l’avventuroso percorso naturalistico delle Gole di Samaria.

Lungomare di Chania a Creta

A tutto questo non si può che aggiungere il capoluogo: Chania è un autentico gioiello adagiato sul mare Egeo.
Chania è la più bella città dell’isola e sicuramente un ottimo punto di partenza per esplorare la regione. In italiano si chiama La Canea ed è la seconda città dell’isola e conta circa 65.000 abitanti. Passeggiando nei vicoli labirintici della Città Vecchia con le splendide palazzi veneziane, le fontane e le elaborate chiese vi aiuteranno a scoprire monumenti storici ben conservati. Conosci la città di Chania percorrendo le sue strade, visitando i suoi musei e ammirando i diversi stili architettonici che mostrano la via storica della città. Chania è un paradiso per gli amanti del cibo e del vino. Qui potrete gustare la famosa cucina cretese con un bicchiere di ottimo vino cretese . Da non perdere l’opportunità di visitare molte aziende vinicole, dove potrete conoscere le varietà del terreno cretese, la gastronomia locale e – non dimentichiamo – l’eccezionale ospitalità cretese!

Porto veneziano: fu costruito tra il 1320 ed il 1356 e ampliato nel XVI secolo, Non ebbe mai grande importanza a causa delle sue acque poco profonde. È formato da due darsene separate da un molo. Sul bacino orientale si trovano gli arsenali veneziani utilizzati per la costruzione delle galere. La darsena occidentale a forma di mezzaluna è oggi nulla più che un luogo turistico, circondato da ristoranti con tavoli all’aperto ove si incontrano di sera turisti di passaggio e studenti locali. Il faro all’ingresso del porto è una costruzione moderna costruita sulle fondazioni dell’antico faro veneziano.

Moschea dei Giannizzeri: la piccola moschea sorge sulla darsena occidentale del porto. Fu costruita nel XVII secolo su una preesistente chiesa ad un’unica navata. Dopo la riunione di Creta alla Grecia fu chiusa al culto, oggi è adibita a spazio espositivo per eventi, fiere, mostre.

Mura veneziane: la città vecchia che si estende intorno al porto era circondata da mura orlate da poderosi bastioni di cui quelli meglio conservati sono oggi il bastione Schiavo, San Salvatore e Sabbionara. Le mura furono erette nel 1538 sotto la sovrintendenza di Michele Sammicheli.

La città vecchia: si stringe tra il porto e le mura, conserva ancora il carattere italiano con l’aggiunta in seguito di un’impronta ottomana. I portoni delle case che si affacciano sugli stretti vicoli recano ancora gli stemmi veneziani. C’era anche una quartiere ebraico (Evraikì) dove si trova la sinagoga restaurata. I membri della comunità ebraica furono deportati dalle forze di occupazione tedesca. Tragicamente, la nave che doveva condurli ai campi di concentramento fu silurata.

Quartiere Kastelli: situato su un’altura che domina la darsena occidentale, Kastelli (o Kasteli) era un quartiere fortificato all’interno della città vecchia ed anche il nucleo più antico della Canea come attesta il ritrovamento di fondazioni di edifici di epoca minoica sul fianco della via Kanevaro, l’antico corso veneziano.

Museo archeologico: il museo archeologico della Canea è ospitato nell’ex convento di San Francesco trasformato in moschea nel periodo ottomano ed in sala cinematografica nel XX secolo. Le sue collezioni disposte in ordine cronologico dall’epoca preistorica fino al dominio romano, raccolgono reperti, soprattutto vasellame, provenienti da vari scavi nella regione.

Chiesa di San Nicola: fu costruita nel 1320 dall’ordine dei Domenicani. Sorge nella piazza 1821, nel quartiere Splantza all’interno della città vecchia. Il tempio fu poi trasformato in moschea e nel 1918 convertito in chiesa ortodossa. Conserva ancora un alto minareto sul suo fianco sinistro. Sulla stessa piazza sorge la piccola chiesa di San Rocco in stile rinascimentale.

Altri luoghi da vedere nella regione

In questa parte dell’isola di Creta si trovano le spiagge di Afrata, Aghia Marina – Kolimpari, la laguna di Balos, Elafonissi, Falasarna, Golden Beach, Gramvousa, Stavros, Stefanou Beach. E luoghi di interesse come Agii Apostoli, Chania, l’isola di Gavdos e la spledida cittadina di Kissamos. Meritano un approfondimento i seguenti luoghi.

Spiaggia di Elafonissi

Elafonissi è una spiaggia a sud-ovest della periferia di Chania. La spiaggia forma una specie di laguna con una serie di strisce di sabbia e si estende su un isolotto che sorge di fronte alla costa, una riserva naturale per la tutela delle spettacolari tartarughe marine “caretta-caretta” che nidificano su questa spiaggia. Ma il vero spettacolo di Elafonissi è la limpidezza del mare che bagna la sua sabbia rosa. Come essere ai Caraibi! La spiaggia ha un ampio parcheggio gratuito ed è possibile noleggiare ombrelloni e lettini. C’è una parte di spiaggia libera dove però è consigliabile portare il proprio ombrellone perché non c’è ombra e il vento è mediamente intenso. Nelle vicinanze potete visitare il famoso monastero di Chryssoskalitssa o le grotte di Santa Sofia. Potete cenare sul mare nel paesino di Paleochora da dove partono i traghetti per l’isola di Gavdos, l’isola più a sud d’Europa nel bel mezzo del mar di Libia.

La spiaggia di Elafonissi a Creta

Come raggiungerla: l’ideale è arrivare in auto, sono circa 70km da Chania sulla la strada che da Kissamos scende verso sud. Si attraversano diversi villaggi isolati e si percorre una strada di montagna stretta e tortuosa prima di arrivare sull’ampia strada costiera nei pressi della spiaggia. Altre distanze: Paleochora (porto per Koyfonisi) – 30km (60 minuti); Kissamos – 40km (60 minuti); Heraklion – 200km (180 minuti); Gole di Samaria – 80 km (120 minuti);

Cosa fare a Creta

La laguna di Balos sull'isola di Creta
La laguna di Balos sull’isola di Creta
Sull’isola di Creta è possibilie ammirare la Laguna di Balos, nata dall’insabbiamento dell’isola di Capo Tigani, oggi penisola grazie a due lingue di sabbia lunghe circa 400 metri ognuna. E’ considerato uno dei posti più belli del mondo, vedere per credere.
Le spiagge a Creta
Creta è una delle isole più grandi del Mediterraneo e la sua costa oltre ad essere bellissima è davvero molto estesa. Le spiagge sono oltre 300 e ognuna con una propria peculiarità, qui di seguito qualche consiglio per aiutarvi a scegliere quelle migliori per il vostro viaggio. Le spiagge da Aghios Nikolaos a Elounda: ci troviamo nella parte orientale dell’isola ...
Trekking sulle montagne di Thassos
Sport e natura in Grecia
La Grecia da non perdere, alcuni itinerari e suggerimenti per gli amanti del trekking, delle gite in bicicletta e per chi pratica free-climbing su roccia.
Creta, le gole di Samaria
Le gole di Samaria, uno spettacolare cammino nella biodiversità
Le Gole di Samaria, nella parte meridionale dell’isola di Creta, con i loro 18 km di lunghezza, sono uno dei canyon naturali più grandi d’Europa. Dal 2010 fa parte della Rete Mondiale delle Riserve della Biosfera dell’UNESCO.
Le grotte di Santa Sofia
Le Grotte di Santa Sofia, sull’isola di Creta, dove la maestosità della natura si congiunge ad una forte spiritualità Le Grotte di Santa Sofia si trovano sull’isola di Creta nella prefettura di Chania, la parte più occidentale dell’isola. Percorrendo la strada principale che porta ad Elafonissi, nei pressi del villaggio di Vathi e di una piccola ...
corfu-aqualand
I parchi divertimento in Grecia
In Grecia spopolano i parchi divertimento, i parchi acquatici e i cosiddetti parchi a tema Le strutture che offrono questo tipo di intrattenimento sono numerosissime, ve ne segnaliamo alcune davvero da non perdere: scivoli e navi dei pirati, piscine e free climbing, ma anche giochi di ruolo e misteriosi divertimenti a minore impatto fisico! Se siete ...

Da vedere in Grecia

La spiaggia di Agios Ioannis sull'isola di Meganissi
L’isolotto di Meganissi, vicino a Lefkada
Meganissi è a più grande delle sette sorelle, le sette piccole isole che circondano Lefkada. Meganissi è bellissima e pittoresca e dista circa 4 miglia nautiche da Lefkada, nelle Isole Ioniche. Per chi sta trascorrendo le proprie vacanze a Lefkada è una bella escursione da effettuare in giornata: potete raggiungere Meganissi in traghetto dal porto ...
Amorgos, monastero Hosoviotissa
Il Monastero di Hosoviotissa
Il Monastero di Hosoviotissa è il più importante monumento religioso e culturale di Amorgos e fra i più conosciuti di tutta la Grecia. Si trova appollaiato su una parete di roccia scura a 300 metri a picco sul mare, accessibile con una lunga scalata. Il monastero è dedicato alla Vergine che salva la vita, protettrice ...
Milos, spiaggia di Firiplaka
Le spiagge di Milos
Le spiagge che hanno contribuito a regalare a Milos la fama di isola dai mille colori. Qui paesaggio costiero è tra i più vari di tutte le isole Cicladi con spiagge per tutti i gusti, capaci di offrire un impressionante spettacolo naturale.
Kalymnos, arrampicata a picco sul mare
Festival di arrampicata Kalymnos 2017 – Climbing Festival Kalymnos
Il Kalymnos Climbing Festival 2017 si svolge da giovedì 5 a domenica 8 ottobre in diversi punti di Kalymnos, isola del Dodecaneso e paradiso dell’arrampicata.
Vista mare dalla spiaggia di Paleokastritsa a Corfù
Le spiagge dell’isola di Corfù
Le spiagge sull’isola di Corfù sono disseminate lungo tutta la costa che è davvero lunghissima e varia: spiagge attrezzate e selvagge spiagge solitarie, spiagge di sabbia e angoli rocciosi.
Paros Basilica della Panaghia Katapoliani
Turismo religioso in Grecia
In Grecia chiese ortodosse e monasteri sono stati luoghi di riferimento per i molti pellegrini che hanno compiuto lunghi e faticosi viaggi religiosi, la più antica forma di turismo dell’umanità. Tutt’oggi i visitatori restano stupiti dalla straordinaria bellezza dei luoghi di culto presenti sul territorio, qui trovate alcune tappe da non perdere per programmare un ...