Thassos-top-marble-beach

Isole dell’Egeo Nord-Orientale

Le isole dell’Egeo Nord Orientale sono diverse dalla Grecia classica come la immaginiamo dalle foto e dalle cartoline: un gruppo di isole spesso lontane dalle rotte turistiche, ancora molto autentiche e dalla natura poco sfruttata

A un passo dalla costa dell’Asia Minore, nella parte nord-orientale del Mar Egeo, troviamo un’imponente gruppo di 5 grandi isole, Ikaria, Samos, Limnos, Lesbos e Chios, e 8 più piccole, Agios Efstratios, Agios Minas, Antipsara, Thymaina, Oinousses, Samiopoula, Fournoi e Psará. Queste sono ricchissime di punti di interesse: sorgenti termali, villaggi della fortezza, una ricca storia, frutti di mare squisiti e alcune delle migliori spiagge dell’Egeo.

Samotracia, sito archeologico dei Grandi Dei

Aggiungiamo a queste l’isola di Samotracia anche se amministrativamente appartiene alla Macedonia Orientale e Tracia dal punto di vista turistico può interessare chi attraversa questa parte del mare Egeo. L’isola è conosciuta soprattutto per il Santuario dei Grandi Dei di Samotracia, da cui proviene la famosa statua della Vittoria alata, nota come Nike di Samotracia, ma questo non è il solo punto di interesse turistico.

E Thassos, un luogo molto particolare, fuori dalle principali rotte turistiche conosciuta per il contrasto tra il bianco intenso delle sue spiagge e il verde lussureggiante che le circonda. Uno spettacolo di colori.

Thassos, piscine naturali di Giola

Le isole principali dell’Egeo nord-orientale

Ikaria.  Qui, secondo la tradizione mitologica, Icarus, ignorando il consiglio di suo padre, Daedalus, volò molto al sole; le sue piume di cera si sciolsero, e lui cadde e annegato nel mare. Oggi, oltre alle spiagge sabbiose, a Ikaria si possono scoprire siti archeologici, monumenti naturali (inclusi nella rete europea NATURA 2000), insediamenti tradizionali, sorgenti termali note fin dall’antichità e specie endemiche di fauna e flora.

Limnos. Dal 4 al 3 ° millennio aC, Límnos ha avuto una notevole rete di insediamenti: alcuni di loro si trovavano di fronte al Troad, mentre altri si trovavano alle isole settentrionali della Grecia. Nella città di Mýrina gustare ipiatti di pesce freschi locali e esplorare le enormi rocce vulcaniche della città. Visita dei musei dell’isola e visita dei laghi Alikí e Hortarolímni.

Lesbo, l’isola dove è nata la poetessa Saffo. Gli insediamenti tradizionali sono sparsi in tutta l’isola (Agiassos, Assomatos, Vatoussa, Eressos, Mantamados, Mithymna, Petra, Plomari, Polihnitos, Sigri, Sykamia). Plomari è famosa per avere l’ouzo migliore e più forte da accompagnare con le superbe sardine di Spin. Nell’isola troverete anche un centro Zen e altri forum spirituali e culturali. Kaloni è la capitale d’Europa per il bird-watching ed è ricca di fiori selvatici. Le terme si tovano nelle località di Thermi, Efthalou e Yera. E sempre… camminate lungo spiagge incontaminate e dorate.

Chios. Da scoprire sull’isola è la famosa Mastihohoria, una serie di villaggi fortificati costruiti nel XIV secolo durante il governo di Genovese. Tra questi, Mesta è un tesoro medievale con torri conservate, antiche chiese e magnifiche case di pietra strettamente legate all’arco. Qui potrete gustare piatti deliziosi cucinati con mastice, oppure un sorso di soumada, una bevanda tradizionale di mandorle. La ricca storia, numerosi musei e feste religiose rivelano la lunga tradizione di quest’isola nella storia e nella cultura. Qui trovate lunghe spiagge sabbiose, appartate o no, così come calette deserte in attesa di essere scoperte.

Samos è il luogo di nascita del filosofo e del matematico greco Pitagora, del filosofo Epicuro e dell’astronomo Aristarcho di Samos, il primo che ha proposto che la Terra ruotasse attorno al sole. Da visitare numerosi i siti archeologici, l’Heraion di Samosè un monumento di patrimonio mondiale, antichi monasteri e chiese e frequenta eventi culturali e festival musicali. Samos è un’isola molto ricca di vegetazione, con spiagge di sabbia bianca e villaggi tradizionali. L’isola è conosciuta anche per la “samiotiko krassí”, il dolce vino samian.

Le 8 isole più piccole dell’Egeo Nord-Orientale

Samiopoúla è l’isola più grande che circonda Samos, visitata dai turisti per lo più durante l’estate.

Oinousses è un complesso di nove isole situate tra Híos e la penisola di Eritrea di Asia Minore. Qui, il Museo Navale è dedicato alla tradizione nautica delle isole da secoli. L’intero complesso dell’isola è stato incluso nella rete europea NATURA 2000.

Psara è stata citata per la prima volta nelll’Odissea con il nome di “Psyrie”. Essendo luogo di nascita di famosi guerrieri della Guerra d’Indipendenza greca del 1821, Psará divenne un simbolo della storia greca. L’isola era anche il terzo potere nautico in Grecia, dopo Hýdra e Spétses.

Antípsara: parte del gruppo di isole di Psará, si trova 48 miglia a ovest di Chíos. Durante l’estate, qui potrete godere di belle spiagge e acque pulite. In agosto, la piccola chiesa di San Giovanni diventa luogo di pellegrinaggio religioso. L’isola è inoltre inclusa nella rete comunitaria NATURA 2000 come zona di protezione speciale (SPA) ed è stata dichiarata importante zona di uccelli della Grecia.

Fournoi. Interessante per la flora e la fauna – piante aromatiche, timo, sapore, salvia, lentisco, cetriolo e ginepro nani, mandragora e uliveti formano un paesaggio mozzafiato. Qui vivono branchi di foca monaca, una specie di delfino e tartarughe marine.

Agios Efstratios (chiamato Ái Strátis) è una piccola isola vulcanica tra Limnos, Lesvos e Skyros. A causa delle sue rovine delle città antiche e dei paesaggi sereni e incontaminati, l’isola è stata dichiarata come un sito di importanza comunitaria (SCI) e un importante spazio per la nidificazione di uccelli della Grecia.

Agios Minas: isola dell’Egeo orientale situata a est di Fournoi e sud di Samos. L’isola è stata inclusa nella rete comunitaria NATURA 2000 come zona di protezione speciale. È anche una delle principali aree di uccelli della Grecia.

Thymaina è un isolotto situato tra la parte occidentale di Fournoi e la parte orientale di Ikaria, ricca di piante aromatiche, salate e salvia, e ospita rare specie di flora e fauna.

 

Da vedere in Grecia

Paxos, il lungomare di Gaios
Le spiagge di Paxos
Paxos è una piccola isola delle Ionie con una caratteristica: tutte le sue splendide spiagge sono composte da ciottoli, se volete fare castelli di sabbia quindi questa non è l’isola che fa per voi, ma tutti gli altri si preparino ...
Le spiagge di Citera
Citera (o Kythera), nell’arcipelago delle Isole Ionie, è un’isola montagnosa con valli che raggiungono il mare formando insenature con splendide spiagge. La costa è molto varia e così anche le cale e le insenature, le spiagge di sabbia e i ...
Vista mare dalla spiaggia di Paleokastritsa a Corfù
Le spiagge dell’isola di Corfù
Le spiagge sull’isola di Corfù sono disseminate lungo tutta la costa che è davvero lunghissima e varia: spiagge attrezzate e selvagge spiagge solitarie, spiagge di sabbia e angoli rocciosi.
Lefkada International folk festival
Il Festival Internazionale del Folclore di Lefkada
L’ultima settimana di agosto l’isola di Lefkada ospita Il Festival Internazionale del Folclore, l’istituzione culturale più antica dell’isola. L’evento promuove gli ideali della pace, dell’amicizia e della fraternità, attraverso le forme di arte popolare della danza e della musica.
Una barca di pescatori in Grecia
Pescare a Citera
Pescare è la vostra passione? Pescare a Citera vi darà molte soddisfazioni, il mare di quest’isola è infatti uno dei più ricchi del Mediterraneo e non tornerete mai a casa a mani vuote sia che scegliate la pesca con la ...
Trekking sulle montagne di Thassos
Sport e natura in Grecia
La Grecia da non perdere, alcuni itinerari e suggerimenti per gli amanti del trekking, delle gite in bicicletta e per chi pratica free-climbing su roccia.