Zante, l’isola delle tartarughe

L’isola di Zante offre scenari naturalistici di rara bellezza e tanti locali per un raffinato divertimento

Nota alla maggior parte degli italiani come isola natale di Ugo Foscolo, Zacinto (o Zante) è proprio come la dipinse il poeta nella sua lirica: un luogo di meraviglie naturali, con spiagge magnifiche e una natura molto variegata dovuta anche alla conformazione dell’isola. L’isola si trova nel mar Ionio, vicino alle coste del Peloponneso e fa parte dell’arcipelago delle isole Ionie.zante-spiaggia-laganas-ombrelloni

La parte occidentale di Zante, montuosa e rocciosa, è rimasta intatta mentre le splendide spiagge ad est sono meta di tantissimi turisti, soprattutto in alta stagione. Zante è la terza delle isole Ionie in ordine di grandezza, qui troverete moltissime cose da vedere e bellissime spiagge su cui rilassarvi. Ma la caratteristica che la rende famosa sono certamente gli esemplari di una tartaruga marina a rischio di estinzione la tartaruga caretta. Nel 1999 la Baia di Laganas, dove molte tartarughe vengono per deporre le uova, è stata dichiarata parco marino nazionale e sono state introdotte severe restrizioni di accesso alle spiagge sia da terra che dal mare. Per salvaguardare questa specie protetta ogni visitatore di Zante può informarsi sul regolamento vigente nelle zone protette e cercare di dare il proprio contributo rispettandolo. Nelle rocciose e scoscese coste occidentali si riproduce inoltre la foca Monachus, anch’essa protetta e tutelata.

La città di Zacinto

Zacinto città è il capoluogo e il porto principale dell’isola, si trova al centro della costa orientale dell’isola su una delle baie più belle. E’ una cittadina molto piacevole sia per gironzolare facendo shopping e sostando nei caffè che per un intenerario culturale tra i musei. Le vie delle shopping e del divertimento si trovano intorno a Piazza Solomos e vicino alla chiesa di Agios Dionysios.

Zante, la chiesa di San Nicola Molou sulla piazza Solomos

Molti dei palazzi in stile veneziano che la adornavano sono purtroppo andati distrutti durante il terremoto del 1953, si può ancora ammirare la cittadella che sorge su un’altura a circa 2,5km dalla città nella località di Bochalia. Nonostante i numerosi turisti che percorrono le strade della città, Zacinto conserva il suo aspetto tipicamente greco e un’atmosfera estremamente piacevole. Qui sono numerose le cose da vedere, dal Museo Bizantino al Museo di arte sacra a Bochalia oltre alle caratteristiche chiese sparse nella città.

Vista del porto nella città di Zante

Escursioni e spiagge sull’isola di Zante

Molte le attrattive dell’isola sia dal punto di vista naturalistico che per gli sport acquatici. Molte le belle spiagge su cui rilassarsi e i luoghi affascinanti da vedere almeno una volta nella vita.

zante-spiaggia-del-relitto

L’icona di Zante è la sua spiaggia del relitto o Navagio per i greci. Si trova sulla costa occidentale ed è un luogo incantevole che si può raggiungere solo via mare. La spiaggia è chiusa da altissime pareti di roccia bianca quasi verticali che affondano in acque turchesi e cristalline. Al centro della piccola lingua di sabbia si trovano i resti di una barca dei contrabbandieri di sigarette naufragata qui nel 1983.

La Baia di Laganas è uno dei più vivaci centri del divertimento sull’isola ed è forse fin troppo frequentata. Al contrario la spiaggia di Keri è una località molto più gradevole anche se la spiaggia pietrosa è piuttosto stretta. Da qui è possibile effettuare escursioni in barca per vedere le numerose e affascinanti grotte naturali (alcune visitabili solo a nuoto) e i faraglioni.

Grotta blu a Zante

Poste tra Agios Nikolaos e Capo Skinari le Grotte Blu sono una delle attrazioni naturali più famose di Zante e si raggiungono via mare. Consistono in particolari formazioni geologiche che hanno dato vita ad un susseguirsi di grotte lungo la costa nord-ovest dell’isola e devono il loro nome ai particolari riflessi che l’acqua assume al loro interno.

Banana Beach sull'isola di Zante

Per gli amanti delle spiagge consigliamo la penisola di Vassilikos e sulla punta della costa orientale la spiaggia di Banana con la sua lunga striscia di sabbia dorata. Sulla punta estrema della penisola Agios Nikolaos è un altro luogo per godersi il mare e la spiaggia con lettini e ombrelloni.

Se disponete di un mezzo di trasporto potete raggiungere le insenature della costa occidentale tra cui Limnionas e Kambi, dirigervi verso Agios Nikolaos o addentrarvi nel suggestivo entroterra a nord di Zacinto dove potete trovare pinete incontaminate, borghi caratteristici e una vita rurale che ha conservato molte delle proprie tradizioni.

[huge_it_maps id=”9″]

Escursioni e attività a Zante

Tartarughe caretta caretta
Il parco marino di Zante in Grecia
Il Parco nazionale marino di Zante, attivo dal 1999, ospita uno dei maggiori siti di nidificazione nel Mediterraneo della tartaruga marina Caretta caretta, oltre ad una colonia di foche monache tipiche del Mediterraneo. Incontrarle sarà un’esperienza da sogno.

Da vedere in Grecia

Santorini, il tramonto ad Oia
Le 5 cose più belle da fare a Santorini
Santorini è certamente una delle isole più affascinanti delle Cicladi e se avete intenzione di vistarla durante le vostre vacanze ci sono almeno 5 cose che non potete perdere. 1. Guardare il tramonto da Oia Se volete vedere il tramonto più bello del ...
Mykonos, spiaggia in estate
Le splendide spiagge di Mykonos
Per gli amanti della vita balneare, Mykonos offre una moltitudine di spiagge che si possono facilmente raggiungere con i pullman di linea o con piccole imbarcazioni che partono da vari punti dell’isola. Cominciamo dalle spiagge della costa meridionale dell’isola e ...
Scoprire la cucina greca sull’isola di Rodi
Grazie agli ingredienti semplici e naturali, i piatti tipici di Rodi attirano tutti i turisti amanti della buona cucina che sono alla ricerca di un mix di tradizione e nuove tendenze gastronomiche.
Teatro di Odisseas Elytis a Ios
Teatro di Odisseas Elytis a Ios
Il Teatro di Odisseas Elytis è una splendida opera architettonica costruita a Ios alla fine degli anni Novanta dall’architetto tedesco Peter Hauptsi rifacendosi allo stile dorico. E’ dedicato al poeta greco Odysseas Elytis, vincitore del Premio Nobel nel 1979.
Vista mare dalla spiaggia di Paleokastritsa a Corfù
Le spiagge dell’isola di Corfù
Le spiagge sull’isola di Corfù sono disseminate lungo tutta la costa che è davvero lunghissima e varia: spiagge attrezzate e selvagge spiagge solitarie, spiagge di sabbia e angoli rocciosi.
Isola di Delos, vicino a Mykonos
Isola di Delos, il sito archeologico patrimonio UNESCO
Delos è la città antica meglio conservata di tutta la Grecia, è stata un importante centro religioso e commerciale, sorge su un’isolotto vicino a Mykonos nelle Cicladi. Dal 1990 è riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’umanità, citandola come il sito ...